Comuni e stabilizzazione LSU

Per far fronte all'esigenza occupazionale, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha predisposto per i comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti la stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili
Comuni e stabilizzazione LSU

Gli enti locali con minor numero di  abitanti  riscontrano non poche difficoltà nell’organizzazione amministrativa e gestionale del proprio comune. 

 

Il dato che preoccupa maggiormente è la mancata possibilità di assumere personale strutturato che possa contribuire al miglioramento dei servizi della pubblica amministrazione. La riforma Quota 100 se da un lato agevola l’entrata nel mondo del lavoro attraverso il turn over generazionale, dall’altro, in assenza di concorsi pubblici non permette di coprire i posti vuoti lasciati dai pensionamenti. 

 

Per far fronte all’esigenza occupazionale, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha predisposto per i comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti la stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili

 

I Comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti, ammessi al finanziamento per la stabilizzazione di Lavoratori Socialmente Utili, ai sensi dell'art. 1, comma 1156, lett. f) ed f-bis) della Legge 27 dicembre 2006, n. 296, possono presentare istanza di erogazione del contributo per questa annualità - entro il 31 marzo 2021 - utilizzando il modello scaricabile da questa pagina e disponibile anche nella Sezione "Modulistica" del sito.

La domanda dovrà essere compilata sulla base delle indicazioni contenute all'interno della Guida alla compilazione, anch'essa scaricabile dal sito, e trasmessa unicamente in formato elettronico.

 

Fonte: Ministero del Lavoro

Per leggere l’intera normativa naviga sulla pagina del Ministero del Lavoro al link https://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/ammortizzatori-sociali/focus-on/LSU/Pagine/Comuni-con-meno-di-5000-abitanti.aspx 

 

Condividi questo articolo su: